In diretta

Scaletta Zanclea. Commemorazione dei defunti, resta interdetta al transito la strada d'accesso al cimitero

Scaletta Zanclea. Commemorazione dei defunti, resta interdetta al transito la strada d'accesso al cimitero

I cittadini: "Nonostante l'ordinanza vogliamo rendere omaggio ai nostri cari"

Riflettori ancora puntati sulla strada d’accesso al cimitero di Scaletta superiore, chiusa al transito veicolare e pedonale da un’ordinanza sindacale all’indomani dell’alluvione del primo ottobre 2009, quando una bomba d’acqua si è letteralmente abbattuta su Scaletta Zanclea  e su altri piccoli centri della zona sud di Messina provocando 37 vittime, cambiando irrimediabilmente il volto del territorio e danneggiando anche l’unica via d’accesso al cimitero. In questi 5 anni tanti sono stati i sopralluoghi da parte degli organi preposti e tanti gli appelli e le richieste d’attenzione della cittadinanza e delle amministrazioni comunali che si sono succedute, ma che sembrano ad oggi caduti nel vuoto. Nel complesso progetto di ricostruzione delle aree colpite dall’alluvione si è proceduto ovviamente per priorità territoriale ma quella che sembra essere una stradina secondaria non lo è per la famiglia...

Frana a Capotaormina, la riapertura appare più vicina. L'anas avverte: "Contiamo di ripristinare la situazione entro 5 giorni"

Frana a Capotaormina, la riapertura appare più vicina. L'anas avverte: "Contiamo di ripristinare la situazione entro 5 giorni"

TAORMINA - Nonostante si temessero tempi lunghi per la riapertura della statale 114 a capo Taormina, sulla cui carreggiata martedì sera si è' riversata una frana, l'emergenza sembra essere rientrata. A rassicurare i cittadini ci ha pensto l'Anas. "Contiamo Entro 5 giorni di ripristinare la viabilità sulla statale" - ha detto l'ing Tonti, dirigente regionale ANAS. Lo ha comunicato al sindaco di Taormina Eligio Giardina. Gli interventi di rimozione dei due grandi massi che continuano senza sosta. I rocciatori sono a lavori da ieri. Non si esclude però che il costone necessiti di alcuni interventi di messa in sicurezza. Di certo non urgenti, almeno si psera. L'amministrazione intanto ha bloccato la chiusura della via Crocefisso per permettere il completamento dei lavori. Allo stato attuale l'arteria rappresenta l'unica via di fuga per i taorminesi... NEL TG90 DEL 31 OTTOBRE IL SERVIZIO INTEGRALE...

Torrenti a rischio, preoccupano le condizioni del Mastroguglielmo e del Leto

Torrenti a rischio, preoccupano le condizioni del Mastroguglielmo e del Leto

Con le prime piogge i torrenti tornano a far paura. E i bollettini di allerta meteo che si sono succeduti in questi giorni hanno contribuito ad alimentare lo stato di ansia diffuso tra la popolazione di quei paesi che sorgono a ridosso dei corsi d’acqua. Nella memoria degli aliesi è ancora vivo il ricordo di quel 25 ottobre 2007 quando il Mastroguglielmo, che taglia in due il centro abitato di Alì Terme, straripò trascinando a valle auto e detriti. Il fango invase abitazioni e negozi e solo fortunatamente si evitarono vittime. Sono trascorsi sette anni ma quel torrente non è stato ancora messo in sicurezza, nonostante la Protezione civile abbia in cassa dal 2010 un milione e 300 mila euro. Deve accadere il peggio prima che la Protezione civile redigga un progetto stralcio degli interventi per mettere in sicurezza il Mastroguglielmo? Con l’aggravante che da 4 anni c’è la disponibilità economica. “Il rischio è...

Alì. Maggioranza in crisi, stoppato in Consiglio il Piano delle Opere Pubbliche

Alì. Maggioranza in crisi, stoppato in Consiglio il Piano delle Opere Pubbliche

Si astengono i consiglieri Grioli e Smeralda

ALI' - Strappo nella maggioranza con conseguente blocco dell'attività amministrativa a poco più di un anno dalle elezioni. Succede anche in un piccolo paese collinare che non supera gli 800 abitanti. I consiglieri Paolo Smeralda e Francesco Grioli hanno preso, di fatto, le distanze dal sindaco Pietro Fiumara astenendosi in Consiglio sul Piano triennale delle opere pubbliche. Hanno motivato la loro decisione sostenendo che non avevano potuto visionare come avrebbero voluto la documentazione relativa all'argomento. Il gruppo di minoranza tutto in ''rosa'', Agata Raneri, Grazia Magazzù, Giusi Pantò e Cristina Interdonato, ha fatto altrettanto e questo ha portato ad una parità di voto, 6 a 6. Motivo per cui il punto non è passato. L'alzata di scudi di Smeralda e Grioli ha spiazzato la maggioranza anche perché, pare, sia arrivata inaspettata. Il clima d'incertezza venutosi a determinare nel gruppo ha spinto il presidente del Consiglio,...

Domenico Prestipino è il nuovo presidente dell'Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani

Ad eleggerlo nella serata di ieri la Giunta dell'Unione

Domenico Prestipino è il nuovo presidente dell'Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani
Il sindaco di Pagliara, Domenico Prestipino è il nuovo presidente dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani. Nessuna sorpresa dunque, in quanto l’elezione del primo cittadino era scontata. Lo ha eletto la Giunta dell’Unione. Prestipino, attualmente vicepresidente dell’Unione,  andrà a ricoprire il ruolo che per due anni è stato del primo cittadino di Limina, Filippo Ricciardi. All’elezione erano presenti i sindaci di S.Alessio, Rosa Anna Fichera, di Casalvecchio, Marco Saetti, di Limina Filippo Ricciardi, di Antillo Davide Paratore e il commissario straordinario del Comune di Savoca, Rossana Carrubba. Assenti i primi cittadini Fabio Di Cara (Forza d’Agrò), Gaetano Argiroffi (Roccalumera) e Armando Carpo (Mandanici), e naturalmente Cateno De Luca, che già da tempo ha manifestato la volontà di far uscire S.Teresa di Riva dall’Unione . Il neo eletto presidente rimarrà in carica...

31/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Bocciata la sfiducia a Crocetta

La mozione era stata presentata da 40 deputati del M5S e del Centrodestra

Bocciata la sfiducia a Crocetta

Palermo - Tanto rumore per nulla. Il governatore Rosario Crocetta e' salvo. Non è infatti passata all’Ars la mozione di sfiducia presentata nelle scorse settimane da 40 deputati appartenenti al movimento cinque stelle e i partiti di centrodestra . Ieri però solo 37 hanno confermato la volontà di interrompere la legislatura crocetta. 44 invece hanno detto no alla sfiducia. 3 dunque i deputati che hanno improvvisamente avuto un ripensamento. Una risultato prevedibile all'indomani della rappacificazione interna al Pd dovuto, neanche a dirlo, al tanto atteso rimpasto. Crocetta ha accontentato i democratici, cedendo di fatto alle loro pressanti richieste. Ieri in aula nel corso di una seduta fiume, iniziata alle 16 e conclusasi poco dopo l’una di notte, non sono mancati momenti di tensione tra il presidente e i deputati grillini. Al centro delle polemiche ancora le dichiarazione di Peppe grillo sulla mafia e lo sfiducia day che – ha sottolineato il...

31/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Alì. Rottura nella maggioranza, pesa la decisione del sindaco sui "precari"

Fiumara avrebbe disposto che le 24 ore di lavoro vengano spalmate su 5 giorni e non su 4

Alì. Rottura nella maggioranza, pesa la decisione del sindaco sui "precari"
Anche il piccolo centro collinare di Alì ha il suo ''caso'' politico. A volerlo sono stati i consiglieri di maggioranza Paolo Smeralda e Francesco Grioli che nella recente riunione di Consiglio si sono astenuti sull'argomento relativo al Piano triennale delle opere pubbliche. E questo non ha consentito il proseguimento della seduta anche perché le quattro rappresentanti della minoranza si sono accodate a Smeralda e Grioli. E visto che qualcosa andava chiarito nel gruppo che fa riferimento al sindaco Pietro Fiumara, il presidente ha deciso di rinviare i lavori. E questo, tra l'altro, non ha consentito l'approvazione del bilancio di previsione 2014. Adesso Fiumara ha riconvocato il Consiglio per il 7 novembre con la speranza che nel frattempo la situazione politica venga sbloccata. Il dissenso manifestato da Smeralda e Grioli, sembra, che sia conseguenza diretta della decisione del sindaco di rivedere l'attività lavorativa dei 19 ex articolisti in forza al Comune....

31/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Antillo. Interessante convegno sulla "Tutela della castanicoltura e la lotta al cinipide"

Il sindaco Paratore: " La nostra amministrazione da sempre sensibile al tema"

Antillo. Interessante convegno sulla "Tutela della castanicoltura e la lotta al cinipide"
ANTILLO - In occasione della “XIV Sagra della castagna”, si è svolto ad Antillo il convegno dal titolo: “Tutela della castanicoltura e lotta biologica al cinipide”. All’evento hanno partecipato di numerosi sindaci e amministratori locali del comprensorio, nonché dei primi cittadini di Cesarò, Montagnareale, Zafferana Etnea, Moltalbano Elicona. Il sindaco di Antillo Davide Paratore, si è soffermato sull’importanza del tema trattato per la tutela del territorio, sottolineando in particolare la grande attenzione dell’Amministrazione da lui presieduta per lo sviluppo agro-ambientale della Valle. Il convegno è stato impreziosito dagli interventi degli On.li Nello Musumeci e Filippo Panarello i quali hanno espresso grande sensibilità e pronta disponibilità in ordine alle tematiche affrontate.Sono intervenuti anche il Dott. Felice Genovese, Presidente dell’Ordine degli Agronomi e Forestali della...

31/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Taormina. 56enne arrestato dai Carabinieri per detenzione illegale di pistola e carabina

Taormina. 56enne arrestato dai Carabinieri per detenzione illegale di pistola e carabina
TAORMINA - I Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato un 56enne, già noto alle Forze dell’Ordine per detenzione illegale di pistola e carabina. Si tratta di Francesco Bruno, residente nella frazione di Mazzeo. I militari hanno aspettato che l’uomo tornasse nella sua abitazione ed hanno fatto scattare il blitz. In casa è stata rinvenuta una pistola cal. 6.35 ed una carabina munita di cannocchiale. Ancora non è nota la provenienza delle armi detenute in maniera illegale. Da scoprire anche le ragioni della detenzione. Le armi trovate sono state sottoposte a sequestro. Tanti gli aspetti che il 56enne dovrà chiarire ai Magistrati. L’uomo è stato condotto presso il carcere di Messina Gazzi a disposizione della Autorità Giudiziaria....

31/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Fiumedinisi. Conferito a Pino Cicala il premio "Community leadership" per aver contribuito a diffondere la cultura italiana negli Usa

La cerimonia si è svolta a Washington

Fiumedinisi. Conferito a Pino Cicala il premio "Community leadership" per aver contribuito a diffondere la cultura italiana negli Usa
Per oltre mezzo secolo ha tenuto alto il nome della comunità italo-americana negli Stati Uniti. E per questo suo impegno Pino Cicala, originario di Fiumedinisi, fondatore ed editore negli States del giornale elettronico ''Amico'' e di ''Antenna Italia radio-tv'', ha ricevuto l'ambito ''Premio speciale per comunity leadership''. La cerimonia, con la consegna di una medaglia a Cicala, durante una serata di gala ''tutta tricolore'' al ''Washington Hilton'' organizzata dalla ''National italian american foundation'' (Niaf). Premiati tra gli altri anche il regista John Turturro. Alla manifestazione Niaf, tra gli altri, c'erano il ministro italiano dello Sviluppo economico Roberta Guidi e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. La motivazione dell'assegnazione del premio al fiumedinisano Cicala per essere stato ''al servizio della comunità italo-americana dell’area metropolitana di Washington; da più di mezzo secolo devoto alla cultura ed arte italiana e...

30/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Alì Terme. Al via tra 15 giorni i lavori di costruzione della bretella sul torrente Nisi

Gli interventi sono attesi da oltre 3 anni

Alì Terme. Al via tra 15 giorni i lavori di costruzione della bretella sul torrente Nisi
ALI' TERME - Ormai tutti i cittadini sono scettici e, diciamolo francamente, anche gli amministratori sono poco fiduciosi. Eppure i lavori per la realizzazione della bretella sul fiume Nisi, tra i comuni di Alì terme e Nizza di sicilia, dovrebbero iniziare tra 15 giorni. A comunicarlo all’Anas è stata la ditta aggiudicataria che dovrà eseguire gli interventi il cui costo è di circa 500 mila euro, attesi da troppo tempo. Sarà la volta buona? Si tratta comunque di una scelta azzardata: la stagione delle piogge non è certo il periodo ideale per avviare i lavori. Chi conosce la furia devastante del Nisi si guarderebbe bene dall'iniziare gli interventi nel momento più rischioso dell'anno. Ma un altro rinvio non sarebbe comunque accettabile. I tempi si sono allungati anche a causa della rinuncia ad eseguire gli interventi da parte delle prime tre ditte in graduatoria. La quarta ha accettato e così solo un mese addietro si...

30/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Taormina. Frana a Capotaormina, la statale rimane chiusa al traffico. Incertezza sui tempi di riapertura

I massi non sono stati ancora rimossi. Continuano i disagi alla viabilità

Taormina. Frana a Capotaormina, la statale rimane chiusa al traffico. Incertezza sui tempi di riapertura
TAORMINA - I rocciatori sono a lavoro da ieri, ma ancora non si conoscono i tempi per la riapertura della SS 114 all’altezza di Capotaormina che nella serata di martedì è stata interessata da una frana. Due grossi massi e altre pietre si sono staccati dal costone roccioso riversandosi sulla carreggiata. L’arteria è stata chiusa al traffico veicolare e pedonale. Da ieri mattina i rocciatori sono a lavoro e insieme ai tecnici e ai responsabili Anas stanno valutando le condizioni della montagna dalla quale si è staccata la frana. Bisognerà capire se sarà necessario intervenire sul costone roccioso e, soprattutto, se c’è il rischio di ulteriori distaccamenti. La tempistica per la riapertura dell’arteria rimane ancora un’incognita. Si conoscerà solo nei prossimi giorni. C’è chi teme addirittura che i tempi possano allungarsi di molto. Staremo a vedere. L’incolumità dei cittadini...

30/10/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

EDITORIALI

Ultimi Commenti