In diretta

Furci Siculo. Raluca Sandra abbandona la maggioranza e accusa: "Scarso impegno da parte dell'amministrazione"

Furci Siculo. Raluca Sandra abbandona la maggioranza e accusa: "Scarso impegno da parte dell'amministrazione"

Nel Tg90 del 31 luglio l'intervista alla consigliera comunale

FURCI SICULO – Inizia a traballare la maggioranza del sindaco Sebastiano Foti. Ieri sera durante i lavori del civico consesso il consigliere Raluca Sandra ha lasciato il gruppo di maggioranza dichiarandosi indipendente. Sandra ha puntato il dito contro gli ormai ex alleati accusandoli di “scarso impegno”. Il consigliere però ci ha tenuto a precisare che nonostante sarà “libera da ogni vincolo politico ma sempre pronta a collaborare con questa maggioranza ed anche con la minoranza per il bene del paese. I cittadini – ha detto in aula - chiedono delle risposte che dovrebbero essere discusse da questa assemblea". Che vi fossero malumori all’interno della maggioranza del sindaco Foti era cosa nota. L’addio di Sandra è stata la conferma. La consigliere chiedeva da tempo maggiore collaborazione ai compagni di squadra. In questo contesto si inseriscono le recenti battaglie di Sandra in materia di ambiente. Nei giorni scorsi la...

S. Teresa. Dipendente si oppone alle nuove mansioni, il giudice dà ragione al Comune

S. Teresa. Dipendente si oppone alle nuove mansioni, il giudice dà ragione al Comune

S. TERESA DI RIVA . Le polemiche sollevate dall’ordinanza sindacale che prevedeva la riorganizzazione della pianta organica dei dipendenti del Comune di S. Teresa di Riva sembrano essersi placate dopo le ultime vicende giudiziarie. Il Comune di S. Teresa è uscito vincitore dalla  causa contro il dipendente che si era opposto all’attribuzione di nuove mansioni. Il ricorrente dal gennaio 2009, in seguito all’accertamento di alcune patologie, era stato assegnato all’area Servizi alla persona con mansioni di custode e tecnico audio presso il Palazzo della Cultura. La rimodulazione dell’apparato burocratico avviata lo scorso marzo ha assegnato il dipendente a una nuova area e alla nuova mansione di spazzamento delle aree pubbliche... NEL TG90 DEL 29 LUGLIO IL SERVIZIO INTEGRALE...

S. Teresa di Riva, in arrivo la festa in onore della Madonna di Portosalvo

S. Teresa di Riva, in arrivo la festa in onore della Madonna di Portosalvo

Si celebrerà anche il 250esimo anniversario del "Miracolo del mare"

S. TERESA DI RIVA - E' tutto pronto, a Santa Teresa di Riva, nel quartiere di Barracca, per dare il via ai solenni festeggiamenti in onore della Madonna di Portosalvo, la cui statua viene custodita nell'omonima chiesa. Le celebrazioni in onore della Vergine, come tradizione vuole, si svolgeranno nel primo fine settimana di agosto, ma quest'anno assumeranno un carattere molto particolare. Si ricorda, infatti, il 250esimo anniversario del "Miracolo del mare", avvenuto nel 1763 e che, secondo la tradizione, ha importato nella cittadina jonica il culto della Vergine di Portosalvo. ll programma prevede numerosi appuntamenti. Sabato 2 agosto, è prevista una intensa mattinata di preghiera che culminerà, alle ore 12, con la recita dell'Angelus. Nel pomeriggio, alle 16.30, il corpo bandistico "Vincenzo Bellini" di Santa Teresa di Riva, percorrerà, al suono di allegre marce, le vie del territorio parrocchiale. Alle 18, preceduta dalla recita del Santo Rosario, nella chiesa...

Taormina. Asm, nuova battaglia in Consiglio. La maggioranza chiede la revoca di Tajana

Taormina. Asm, nuova battaglia in Consiglio. La maggioranza chiede la revoca di Tajana

Anche due membri d'opposizione sarebbero pronti a votare a favore del defenestramento del commissario

E’ stata la causa, almeno quella ufficiale, della rottura nella maggioranza del sindaco Giardina, e adesso l’Asm torna ancora al centro del dibattito politico taorminese. E quanti pensavano che dopo il reintegro di Cesare Tajana a liquidatore deciso dal Cga le acque si sarebbero calmate, si sbagliava di grosso. È stata presentata a Palazzo dei Giurati una nuova proposta di delibera che chiede la rimozione dei Tajana. La richiesta arriva dagli stessi consiglieri di maggioranza che lo scorso 11 marzo votarono per il defenestramento del liquidatore Asm. Insomma non c’è pace per la municipalizzata che si appresta a dover subire un altro terremoto. Con il documento, oltre la revoca di Cesare Tajana, si chiede contestualmente la nomina a commissario di Agostino Pappalardo, comandate della polizia municipale è già liquidatore ad interim di Asm nei mesi scorsi. Una poltrona da sempre ambita quella di numero uno dell’azienda servizi...

Nizza Sicilia. L'ex capogruppo della minoranza Mimma Brigandì torna a farsi sentire

Ad un mese dalla sentenza del Cga che ha riammesso in Consiglio i suoi avversari

Nizza Sicilia. L'ex capogruppo della  minoranza Mimma  Brigandì torna  a farsi sentire

NIZZA DI SICILIA - Torna a farsi sentire il gruppo "Libera Nizza" defenestrato dal Consiglio comunale in seguito alla sentenza del Cga dello scorso 18 giugno che ha riassegnato alla lista "Cambia Nizza" i seggi spettanti alla minoranza. Una decisione che brucia ancora oggi. In una nota i due ex consiglieri Mimma Brigandì e Aurora De Filicaia hanno evidenziato che la sentenza del Tar «era stata chiara e con precisi riferimenti normativi e non interpretativa e quindi non pensavamo che in un successivo grado di giudizio avrebbe potuto essere smentita».«Libera Nizza» ha aggiunto di non essersi costituita dopo l'appello al Cga per motivi economici, in quanto la spesa era molto alta e non poteva essere affrontata. «La sentenza ha il sapore di una beffa - ha aggiunto l'ex capogruppo Brigandì - e ha avuto una gestazione molto lunga, ben 4 mesi e mezzo, da quando i giudici si sono riuniti per discutere il ricorso, e cioè il 6 febbraio, per...

31/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Taormina. Il sindaco Eligio Giardina in cerca di alleati tra la minoranza per il ''bene della città''

Per garantirsi una maggioranza in Consiglio ed evitare il rischio di una paralisi amministrativa

Taormina. Il sindaco Eligio Giardina in cerca di alleati tra la minoranza per il ''bene della città''

Dopo l’azzeramento della vecchia Giunta e l’insanabile spaccatura all’interno della maggioranza sono iniziati i guai per il sindaco di Taormina Eligio Giardina al cui fianco sono rimasti solo 8 consiglieri. Un numero di fatto insufficiente per ottenere i via libera in aula sui vari provvedimenti e che di conseguenza determina una paralisi amministrativa dalla quale è necessario uscire. Così il primo cittadino, stanco di tirare a campare con numeri risicati, ha deciso di guardarsi intorno, tra i banchi di minoranza per l’esattezza. L’intenzione del sindaco taorminese è quella di aprire un dialogo con le forze d’opposizione in modo da guadagnare alleati dopo l’abbandono dei suoi fedelissimi tra cui il vicepresidente del Civico consesso Vittorio Sabato e l’ex assessore Salvo Cilona. “Non si può andare avanti con soli 8 consiglieri – dice Giardina – e poiché l’interesse della...

31/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Roccalumera. Estate con traffico e controlli in aumento, a dare man forte arrivano da Torino tre vigili urbani

Saranno a disposizione del Comune fino al 20 agosto

Roccalumera. Estate con traffico e controlli in aumento, a dare man forte arrivano da Torino tre vigili urbani

ROCCALUMERA - Nel periodo più "caldo" dell'anno gli agenti della polizia municipale di Roccalumera saranno coadiuvati da tre colleghi che giungeranno da Torino. Il corpo ha in forza soltanto sei unità. «Troppo poche - spiega l'assessore alla Viabilità, Elio Cisca - per far fronte alle esigenze di un territorio che nel periodo estivo vede raddoppiare o addirittura triplicare la popolazione. Con le conseguenze che ciò comporta nell'erogazione dei servizi». I vigili urbani piemontesi saranno a Roccalumera lunedì prossimo e vi rimarranno fino al 20 agosto. Il Comune si è avvalso della procedura prevista per l'utilizzo di personale di polizia municipale proveniente da altri enti locali, con la formula del rimborso forfettario soggetto a ritenuta d'acconto, con un periodo minimo di 21 giorni per ciascun elemento. La loro presenza consentirà di aumentare i controlli, anche attraverso l'utilizzo dell'autovelox mobile sul lungomare....

31/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Alì Terme. Ex terme Granata Cassibile a rischio speculazione edilizia? Se lo chiede il gruppo di minoranza consiliare

Mozione al sindaco e al presidente del Consiglio

Alì Terme. Ex terme Granata Cassibile a rischio speculazione edilizia? Se lo chiede il gruppo di minoranza consiliare

ALI' TERME - L'opposizione consiliare ''Costruiamo futuro'', punta i riflettori sulle ormai ex ''Terme Granata Cassile'', che dalla scorsa estate hanno chiuso l'attività. Adesso sono in vendita ad un costo che pare si aggiri sui 5 milioni e 600 mila euro. Dispongono di circa 6 mila metri quadri di terreno che si affacciano sul mare. E' stato stimato che ci vogliono però altri 15-20 di milioni di euro per costruire un nuovo stabilimento in grado di competere sul mercato. Ma ad Alì Terme non si conoscono imprenditori che possano disporre di capitali di questa portata per cui gli acquirenti dovrebbero venire da fuori. Da dove e con quali obiettivi e chi potrebbe essere disposto a spendere una barca di soldi per dare ossigeno alle Terme Granata ormai in fase terminale? Un boccone ghiotto l'area occupata dallo stabilimento che potrebbe invogliare anche piccoli imprenditori locali pronti a fare un sacrificio economico limitato ai 5 milioni e 600 mila euro con la...

30/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

S. Teresa. Stando al ''Codice De Luca'', trentasei gli obiettivi da raggiungere per migliorare l'azione amministrativa

Il sindaco ha chiesto la collaborazione dei capi area, che ''devono guadagnarsi stipendio e indennità aggiuntiva''

S. Teresa.  Stando al ''Codice De Luca'', trentasei gli obiettivi da raggiungere per migliorare l'azione amministrativa

S. TERESA DI RIVA  - Trentasei obiettivi da raggiungere per rendere più efficiente l'azione amministrativa. Il lungo elenco è stato stilato dal sindaco Cateno De Luca ed approvato dalla sua Giunta. Destinatari sono i quattro capi area comunali. Il primo cittadino ha spiegato che i dirigenti sono pagati con «un'indennità aggiuntiva lorda che costa oltre 23mila euro annui oltre allo stipendio».Soldi che dovranno guadagnarsi perché è il momento di dire «basta all'erogazione di somme non meritate». Da qui le tre pagine fitte di obiettivi strategici da raggiungere nel triennio 2014/2016. Prioritari, per il sindaco De Luca, saranno «cordialità e immediatezza nel rapporto cittadino/utenza con le istituzioni e gli uffici comunali».Per raggiunge lo scopo, i direttori di area dovranno creare un proprio profilo Facebook: servirà ad interagire direttamente con la cittadinanza, che poi potrà valutare...

30/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Zona ionica. In trasferta ladri rumeni 20enni e catanesi minorenni, ad Alì Terme rubata un'auto a Roccalumera svaligiata una casa

Cinque gli arresti dei carabinieri

Zona ionica. In trasferta ladri rumeni 20enni e catanesi minorenni, ad Alì Terme rubata un'auto a Roccalumera svaligiata una casa

ROCCALUMERA - I carabinieri della locale caserma, in collaborazione con quelli di Alì Terme, hanno arrestato per furto aggravato di un’autovettura fuoristrada, Benone Marian Capraiu, 25 anni, e STIUCA’ Andrei Constantin Stiucà, 24 anni, rumeni, nullafacenti e già noti alle forze dell'ordine. Tutto ha avuto inizio ad Alì Terme intorno all’una di notte, quando il derubato, vedendo i due che si allontanavano con l’auto di sua proprietà, ha immediatamente informato telefonicamente il comandante della stazione di Roccalumera, luogotenente Santo Arcidiacono, fornendogli indicazioni sulla direzione di fuga del mezzo. I militari hanno subito posto in essere una frenetica ricerca dei due ladri, insieme ai colleghi di Alì Terme e ad un’altra pattuglia della Compagnia di Messina Sud. Non ci è voluto molto per i carabinieri intercettare i fuggitivi ancora a bordo dell’auto rubata ed a mettersi al loro...

30/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Giardini. E' in malattia ma fa un altro lavoro, denunciata per truffa ai danni dell'Inps

Doveva rimanere a riposo 20 giorni

Giardini. E' in malattia ma fa un altro lavoro, denunciata per truffa ai danni dell'Inps

GIARDINI NAXOS - Una donna di 41 anni è stata denunciata dai carabinieri della Compagna di Taormina con l'accusa di truffa ai danni dell'Inps. La donna aveva inoltrato al suo datore di lavoro titolare di un ristorante, un certificato medico con una diagnosi di 20 giorni. Il certificato, ovviamente, ne impediva l'attività lavorativa così come garantito dal contratto di lavoro. Nulla di strano, se i carabinieri avessero pensato ai fatti loro. Ma i carabinieri, si sa che una ne fatto e cento ne pensano, e così hanno voluto vederci chiaro. In borghese sono andati in un albergo di Giardini e hanno ''pizzicato'' la donna che aveva goduto di 20 giorni di malattia impegnata a lavorare, pare, per un periodo di prova. E per lei sono cominciati i guai.  ...

30/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Barcellona. Il boss D'Amico vuota il sacco, ai magistrati avrebbe parlato di 45 omicidi

Intanto continuano gli scavi nel ''cimitero della mafia''

Barcellona. Il boss D'Amico vuota il sacco, ai magistrati avrebbe parlato di 45 omicidi

BARCELLONA - Sarebbero 45 gli omicidi di cui ha parlato il boss pentito Carmelo D’Amico, molti dei quali vissuti in prima persona. Lo avrebbe raccontato ai magistrati della Dda di Messina, che da qualche settimana lo stanno interrogando. Il pentimento del capo del braccio armato della famiglia mafiosa dei “Barcellonesi” che agli inizi degli anni 90 è riuscito a costituire un gruppo di fuoco che successivamente ha rappresentato un temibile esercito del terrore, apre una pagina di orrori che troppo in fretta è stata rimossa dalla memoria collettiva per far spazio alle celebrazioni della “mafia degli altri”, quella degli omicidi eccellenti eseguiti a Palermo lontano dall’orrori che han no invece interessato la Città del Longano. Carmelo D’Amico che grazie al fragore delle armi che hanno causato i più efferati delitti è riuscito a controllare il racket delle estorsioni e la gestione di discoteche e locali di...

30/07/2014 di Redazione ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

EDITORIALI

MATTEO RENZI? UN BERLUSCONI PIU' GIOVANE

Dieci giorni orsono Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si sono incontrati per discutere della nuova legge elettorale in quanto quella esistente fino a ieri ( il famoso porcellum) , come è noto, è stata inviata al macero dalla Corte Costituzionale perché non rispettosa dei diritti dei cittadini di scegliersi i loro deputati. Risultato ? Riporto le parole di RENZI: “ Con il Cavaliere ( Berlusconi) vi è una profonda sintonia, siamo d’accordo su tutto”. Su cosa sono d’accordo ? SUL FATTO CHE NON BISOGNA CAMBIARE PROPRIO NULA. Con il “ Porcellum” i deputati erano indicati dai segretari dei partiti politici, con la nuova legge è esattamente lo stesso: il segretario del partito decide chi farà il deputato e l’elettore,come per il passato, non può metterci bocca. Per intenderci: Berlusconi nomina coloro che gli garantiscono fedeltà e silenzio ed altrettanto fa RENZI.Naturalmente il criterio...

... di Redazione

Ultimi Commenti

E' nata Roberta D'Agostino, a papà Attilio e mamma Catena gli auguri della redazione di Tele90

Grazie!!!!

05/05/2014 22:57:23 - Un sentito ringraziamento a tutta la redazione di Tele90 per gli auguri e l'affetto dimostratoci a nome mio, di Catena e della piccola Roberta. Attilio

Taormina. Crisi nella maggioranza, scontro in Consiglio tra Velentino e Scibilia sui lavori di via Crocefisso

Fatti erroneamente illustrati

02/04/2014 15:58:36 - Egregio direttore di Tele 90, leggendo l'articolo, non si sa a quale firma, devo controdedurre alcuni fatti scritti nello stesso, in quanto non attinenti ai fatti realmente accaduti, segno che chi l'ha scritto non era presente in aula. La descrizione dei fatti, infatti, è faziosa e non molto professionale, giornalisticamente parlando, in quanto il consigliere Valentino ha esposto in maniera signorile e chiara argomenti che la nostra città sta palesemente pagando. Non mi piace affatto ciò che "faziosamente" " il giornalista non firmatario" del testo asserisce: " Carmelo Valentino, non a caso eletto nella lista di Salvo Cilona". Questa, è lampante, è una esilarante e tendenziosa affermazione dei componenti del gruppo UDC, molto vicini al Presidente del Consiglio e del suo mandatario, che come suo solito cerca di manovrare i fili da buon "burattinaio" dall'esterno, mirando con qualche anno di anticipo a potersi candidare per succedere all'attuale Sindaco. Egregio, giornalista "sconosciuto", i fatti non sono andati così, perchè il Consigliere Valentino dopo la sua attenta ed accurata analisi, che la città ha molto apprezzato è stato assalito dal furibondo ex assessore Scibilia, che non era in aula, ma che aveva ascoltato e visto l'intervento su screaming e si era precipitato in aula consiliare per fare giustizia formale del consigliere incriminato, minacciandolo ed ingiuriandolo con parole che non fanno parte del galateo di una persona per bene.Il furioso caro direttore era Scibilia e non Carmelo Valentino che, anzi, dovrebbe denunciare un energumeno che ha fatto irruzione in un luogo non di sua competenza, essendo stato rimosso come assessore.Quindi il mio consiglio è quello che prima di scrivere fatti di cronaca realmente accaduti, bisogna documentarsi in maniera corretta, specie se non si era presenti in loco. In quanto, all'intervento del Sindaco, non credo che per risolvere i problemi della città si debba ricorrere al vecchio detto della "indispensabilità", perchè il primo responsabile di tale situazione è certamente lui. Ben vengano, quindi, eventuali verifiche politiche dove verrà a galla tutta la verità di chi ha voluto ,veramente ,questa crisi. Prof. Giuseppe Vitale